I nostri artisti

Ciro Palumbo

Quante volte ci siamo risvegliati da un sogno talmente vivido da crederlo reale? Le atmosfere evocate dalle opere di Ciro Palumbo prendono spunto dalla realtà oggettiva che ci circonda, ma sono permeate da un'aura di magia che ci accompagna oltre il tempo e lo spazio, facendoci visitare luoghi e dimensioni superando le barriere della fisica, rendendoci viaggiatori dell'inconscio.  

Più informazioni

Max Gasparini

L'artista - alchimista Gasparini indaga e scruta la forma (oltre che l'anima) dei suoi soggetti, restituendoci immagini che trovano la loro ispirazione dai secoli del passato per arrivare a noi mediate da un gusto spiccatamente contemporaneo. Le sue Muse sono un elogio alla bellezza, ai canoni classici e alle proporzioni perfette, portatrici di ricchi simbolismi e di una delicata femminilità.

Più informazioni

Andrea Terenziani

Nelle opere di Andrea Terenziani la presenza umana sembra essere assente, ma non è del tutto dimenticata: i suoi paesaggi descrivono metropoli che emergono dalle nebbie del tempo, edifici solitari dal passato invisibile. I colori di queste città ci ricordano la natura terrena dell'uomo, mentre una piccola luna quadrata sempre presente sopra gli edifici sorveglia solitaria queste vedute fuori dal tempo.

Più informazioni

Antonio Murgia

Un grande artista internazionale, interprete di un figurativo sopra le righe dove ordine e caos si mischiano per creare intriganti e coloratissimi ritratti.

Più informazioni

Claudio Massucco

Massucco è uno sperimentatore: plasma la materia, la trasforma, la re-inventa e la riassembla. Che siano le sue creazioni frutto dell'elaborazione fotografica, incisioni e bruciature su metalli vari, interventi su cartone, legno, teli di lino o plastica... il messaggio è chiaro: l'esperienza è il frutto dei ricordi che rimangono dentro di noi. Massucco li solidifica e li cristallizza in intriganti manufatti pop, dove anima ed estetica convergono e convivono.

Più informazioni

Constantin Migliorini

Chi sono (o cosa sono) i "fantasmi" che sembrano danzare attorno alle figure di Migliorini? Presenze, proiezioni.. o soltanto riflessi? Difficile dar loro una definizione: sembra però che queste entità, animalesche o antropomorfe che siano, si portino dietro il mistero di ciò che è accennato e  non ci è dato di sapere. Segreti non rivelati e appena sussurrati da spiriti guida che ci fanno ascoltare accordi nascosti di una melodia malinconica ed elegante.      

Più informazioni

Pier Tancredi De-Coll

La pittura di De-Coll tratta di un viaggio interiore, spesso dipinta sul cavalletto in giardino, nella benedizione della luce solare. E' un affioramento progressivo di immagini delle profondità: ha qualcosa di rabdomantico e onirico.

Più informazioni

Gianluca Motto

Delicate e coloratissime, le opere di Gianluca Motto sono la sintesi perfetta tra sensibilità e irruenza cromatica.  Le sue crisalidi si trasformano in coloratissime farfalle e falene, così effimere e leggere ma allo stesso tempo così presenti e vive.

Più informazioni

Pitti

La pittura di Pitti corrisponde a un processo di liberazione dalla quantità e dal peso della materia, dalla saturazione del mondo degli oggetti che riempiono lo spazio esistenziale. La sua ricerca non si sofferma sul gesto in quanto tale, ma lo esplora come immediata trascrizione di emozione, di pensiero, di stato dell’anima e dell’intelligenza: una pittura che rinuncia a priori a qualunque referente oggettivo, naturalistico, poichè in essa il colore è tutto, la forma è colore, il colore è forma-contenuto.

Più informazioni

Gianfranco Germiniasi

Grande delicatezza dei toni, rispetto per la tradizione pittorica, soggetti che sembrano emergere (quasi nascere) dal colore di fondo, chiaroscuri caravaggeschi di forte intensità. Sono questi i caratteri salienti della pittura di Germiniasi, una pittura che volge il suo sguardo ai grandi maestri rinascimentali, capace allo stesso tempo di trasmettere una sensibilità e una ricerca quasi fotografiche.

Più informazioni

Marlene Compostella

La pittura di Marlene Compostella si muove tra figura e astrazione, con un filo diretto che la lega al dripping: l’osservatore è invitato a compiere un viaggio immaginario nella storia dell'arte, dove la tecnica di Jackson Pollock aderisce al tema della figura umana. I suoi ritratti, prevalentemente femminili, sono rappresentazioni iconiche capaci di suscitare il ricordo della cinematografia di metà Novecento: se la ritrattistica evoca emozioni passate, i contrappunti cromatici di Marlene parlano di storie e atteggiamenti anticonformisti, impressi sulla tela senza inibizioni.

Più informazioni

Ivano Parolini

Quella di Parolini è una pittura dalla forza bruta, che dialoga con la ricercatezza dei toni e la delicatezza di esili figure femminili, dalle pose plastiche, quasi scultoree, ma allo stesso tempo dinamiche grazie alle loro vibranti cromie. A volte in coppia, spesso da sole, le sue giovani donne emanano un'aura di dolce spleen, attraverso una rilettura della loro bellezza originale. Le opere di Ivano Parolini sono insieme potenti e delicate: fiori del male velenosi dal profumo dolce e invitante.

Più informazioni

Nadia Allario

La mela, oggetto replicato da Nadia in molte composizioni, è un dono divino, simbolo della perfezione e della bellezza. Nel simbolismo della mela è coinvolto il suo colore rosso, con una valenza erotica. E' anche un ricordo d'infanzia, è il primo frutto che conosciamo da bambini,  è anche il frutto avvelenato di Biancaneve, quella del peccato mangiata da Adamo ed Eva, il pomo della discordia di Paride. E’ simbolo di seduzione e di fertilità.

Più informazioni

Marina Rizzelli

Le "donnine" di Marina Rizzelli sono esili figure femminili realizzate e dipinte a mano, eleganti presenze longilinee, essenziali nelle forme, delicate nell'evocare energie colorate e multiformi.

Più informazioni

 banner