Mostra virtuale “Alla ricerca della pittura” di Ciro Palumbo

alla ricerca della pitturabanner

 Guarda il video della galleria virtuale:

Perchè “Alla ricerca della pittura”?

Ricerca è scoprire. E’ trovare. E’ indagine, inchiesta.
E’ approfondimento, individuazione, ricostruzione.
 E’ attività didattica che promuove, raccoglie e riassembla in un nuovo insieme.

Clicca sulle immagini dei quadri per visionarli:

Ciro Palumbo e’ alla ricerca di un altrove, di un non-luogo interiore. Di una verità pittorica che parte dal rinascimento per approdare nella metafisica, sempre gettando un occhio alle basi di una classicità mai dimenticata.

Non ci sono sono figure umane nelle opere di Ciro Palumbo, perchè la presenza umana è data dallo spettatore stesso. Siamo noi i protagonisti dei suoi quadri, gli spettatori di queste visioni sull’inconscio, i viaggiatori in questi paesaggi dell’anima. Le isole e i pesci volano, così come le rocce e gli alberi. Barche sospese tra forme geometriche, un piccolo richiamo all’ordine tra il caos di atmosfere vorticose e caotiche. 

Il cielo non è mai solo uno sfondo, ma è in continua trasformazione e protagonista insieme agli altri elementi del l’opera.

 L’ordine naturale delle cose è sovvertito. Il leggero è pesante, il greve è etereo.
Le navi che solcano questi paesaggi sono vuote. Aspettano solo noi per salpare alla ricerca di un’isola, la nostra isola; oasi personale in un mare vorticoso e tormentato da un cielo minaccioso. Siamo tutti tenuti a scoprire dove questo luogo magico si trova varcando i confini del quadro ed entrando dentro l’universo di Ciro Palumbo.

Biografia di Ciro Palumbo:

Nato a Zurigo nel 1965. Il suo percorso artistico prende l’avvio dalla poetica della scuola Metafisica di Giorgio de Chirico e Alberto Savinio, per reinventarne tuttavia i fondamenti secondo un’interpretazione personale del tutto originale. Nella sua ricerca procede attraverso momenti di contemplazione e silenzi metafisici, a cui si contrappongono espressività notturne e intimamente travagliate, dove si respira netto il distacco dall’immobilità silente che abita le tele del Pictor Optimus. Le sue opere si presentano dunque come palcoscenici in cui gli oggetti presenti sono portatori di simbologie oniriche. Ciro Palumbo non è solo un pittore, ma di fatto un poeta che riflette, agisce e compone per coniugare metafore sull’inafferrabilità del tempo e l’incommensurabilità dello spazio, mostrando quindi la sua capacità di approfondire l’osservazione non tanto della natura, quanto delle impressioni immaginifiche che provengono dalla memoria. Curioso ricercatore e studioso, lavora da qualche anno anche sul tema del Mito, interpretando la mitologia classica in chiave squisitamente moderna, e dandone una lettura profondamente colta e suggestiva. L’artista riesce dunque a sublimare e contestualizzare i miti antichi in spazi al di fuori del tempo, dimostrando la loro contemporaneità.

La sua formazione di grafico pubblicitario lo porta ad esercitare per anni la professione di Art Director in Agenzie pubblicitarie di Torino. È durante questo percorso che scopre ed amplia le sue capacità visive e compositive. Successivamente, l’esperienza in una moderna bottega d’arte e la conoscenza di alcuni Maestri contemporanei, lo conducono ad approfondire la tecnica della pittura ad olio con velatura.L’artista inizia la sua attività espositiva nel 1994, e ha al proprio attivo un centinaio di mostre personali in tutta Italia.

Nel 2011 ha partecipato alla 54a Biennale di Venezia, padiglione Piemonte.Tra le esposizioni internazionali sono da segnalare la presenza all’Artexpo di New York, al Context Art Miami, le

mostre personali a Providence (USA) e in Svizzera a Bellinzona. Alcune opere di Palumbo sono presenti all’interno della collezione della “Fondazione Credito Bergamasco”, presso la “Civica Galleria d’Arte Moderna G. Sciortino” di Monreale (Pa) e al MACS di Catania. Hanno scritto della sua produzione artistica Paolo Levi, Vittorio Sgarbi, Alberto Agazzani, Angelo Mistrangelo, Tommaso Paloscia, Alberto D’Atanasio, Stefania Bison, Francesca Bogliolo. Le sue opere sono pubblicate su importanti annuari e riviste di settore, inoltre alcuni dipinti si trovano all’interno di collezioni istituzionali e private in Italia e all’estero.

Attualmente vive e lavora a Torino.

 

Mostre ed eventi recenti:

2014

Affinità silenti. Giorgio de Chirico e Ciro Palumbo, Bellinzona, SvizzeraLa narrazione di Un’affinità elettiva, a cura di S. Bison, presso Palazzo Visconteo, Voghera (Pv)
I mulini di Dio, a cura di Alberto Agazzani, Nola (Na)

2013
Prima Biennale Internazionale d’arte di Palermo
Nuovi Mari / Nuove Terre – Galleria Wikiarte – Bologna
Festival Sete Sois Sete Luas – Frontignan – Francia
Viaggi, tempeste, naufragi e nuove rotte – Galleria Barbato Arte – Scafati (SA)
Da Ermes a Palumbo – Museo Archeologico – Paestum (SA)
Nuovi Orizzonti Metafisici – Just Art Contemporary Art Gallery – Providence, Rhode Island – USA
2012
Di aria di acqua di terra e di fuoco – Monreale
La città dell’anima – Il disebocchio – Museo di Santa Giulia – Brescia
Il mistero dell’isola – Rocca Paolina – Perugia
Berliner Liste – Fiera d’arte contemporanea – Berlino
Arte Padova – 23esima mostra contemporanea – Padova
2011
AL DI LA’ DELLA REALTA’ DEL NOSTRO TEMPO – Centrum Sete Sóis Sete Luas – Ponte de Sor – Portogallo
IL CERCHIO E IL CIRCO – Chiostro di Santa Caterina – Finalborgo – Finale Ligure (Sv)
54. BIENNALE DI VENEZIA – Ciro Palumbo convocato al Padiglione Italia
Museo Regionale di Scienze Naturali – Torino
IL VIAGGIO DEL GIOVANE VECCHIO – R.S.C. Bucintoro – Venezia
Genesis – Tarquinia – Chiesa Santa Maria in Castello
2010
Exhibitalia Art Events , Miami
Mistero – Venezia – Cà Zanardi
Gli universi di Bottega Indaco – Palazzo Oddo – Albenga (Sv)
Il viaggio del Giovane Vecchio – Spoleto
Paestum Arte 2010 – I maestri del colore – Paestum (Sa)
Premio Arciere – Sant’Antioco
Il vuoto e le forme. Metropoli/Antimetropoli – Chiavenna (Sondrio)
Solchi – tracce di sofferenza, origine di speranza – Torino – Teatro Vittoria
Magiche sospensioni – Albenga (Sv) – Palazzo Oddo
2009
Palumbo presso la Galleria d’Arte Barbato – Scafati (Sa)
Microcosmi dagli orizzonti infiniti – Salerno – Galleria d’arte il Novecento
Assisi Endurance Lifestyle 2009 – Assisi
…Viaggi – Asciano (Si) – Le scuderie del Granduca
Paestum Arte 2009 – I maestri del colore – Paestum (Sa)
Mare di Parole – Venezia – San Gregorio Art Gallery
Meno Male – torino – Teatro vittoria
FiabePitture – Aversa (Ce)
2008
Last Work – Firenze – Palazzo Coveri
Entriamo nel sogno – Alassio – Galleria Arte è kaos
Ritroviamo la Smarrita -Torino
2007
La metafisica dei colori – Firenze – Palazzo Coveri
Mostra d’Arte moderna e contemporanea – Vicenza – Fiera di Vicenza
2006
Omaggio a Luchino Visconti – Firenze