Markus Lupertz

  • Senza titolo lupertz,1989,110x160

    Tecnica: olio su cartone Dimensioni: 110 x 160 cm Anno: 1989

  • Senza titolo lupertz,1989, 80 x 60

    Tecnica: olio su tela Dimensioni:  80 x 60 cm Anno: 1989

 

Markus Lüpertz nasce a Reichenberg, nella Boemia di lingua tedesca (attuale Liberec nella Repubblica Ceca), il 25 aprile 1941. Nel 1948 si trasferisce con la famiglia a Rheydt, in Germania. Studia al Collegio Artistico-Commerciale di Krefeld e all’Accademia di Belle Arti di Düsseldorf per poi trasferirsi a Berlino Ovest nel 1963.

Nel 1964, insieme agli amici artisti Karl Horst Hödicke, Bernd Koberling e Lambertz Maria Wintersberger, fonda la galleria “Grossgörschen 35”, dove tiene la sua prima mostra personale. Nel 1970 vince il Premio Villa Romana, che gli permette di lavorare in Italia, a Firenze, per un anno, poi, nel 1973, inaugura una sua retrospettiva presso la Staatliche Kunsthalle di Baden-Baden.

Nel 1974 comincia a insegnare presso l’Accademia di Belle Arti di Karlsruhe. Negli anni 70 tiene mostre personali in musei come la Kunsthalle di Berna, lo Stedelijk Van Abbe Museum di Eindhoven e la Whitechapel Art Gallery di Londra. Quindi partecipa a numerose e importanti mostre collettive.

Nel 1986 è diventato professore presso l’Accademia di Belle Arti di Düsseldorf. In Italia, negli anni 80 e 90, lavora con la Galleria Cleto Polcina di Roma dove espone con artisti come Enzo Cucchi, Omar Galliani, Gian Ruggero Manzoni, Gerard Garouste, legandosi in amicizia con loro. Nel 1990 riceve il Premio Lovis Corinth come artista dell’anno.

Una retrospettiva del suo lavoro si è tenuta presso il Centro di Arte Moderna Reina Sofia di Madrid nel 1991. Nel 1996 tiene un’antologica presso l’Art Collection North-Rhine-Westphalia di Düsseldorf e nel 1997 presso la Kunsthalle of the Hypo-Culture Foundation di Monaco di Baviera, esposizione che è stata successivamente presentata a Barmen e a Wuppertal. Nel 1997/98 le sue opere erano presenti alla mostra “Deutschlandbilder: Kunst aus einem geteilten Terra” tenutasi nel Martin-Gropius di Berlino.